Una ricciola galeotta

Trainare con l'affondatore sul ciglio o sul sommo di secche emergenti da fondali notevoli, la prima regola per il pescatore che ama le grosse prede a sorpresa. Non si può mai sapere ciò che serbano i bui fondali dell'Isola. Bisogna disporre di un ecoscandaglio con un buon numero di pixel ed una discreta potenza e mettere spesso in folle per permettere all'esca di affondare fino in fondo. E' un tipo di traina che rasenta il "drifting" in corrente ed attuabile solo se si dispone di un buon affondatore. Spesso si perde tutto il marchingegno della zavorra e del finale sul fondo ma quando si riesce a far salire la preda di qualche metro evitando l'arroccamento, l'esito della pesca scontato. Andavo a pesca di spigole verso Capo Teulada, quando agganciai una grossa preda che per si stava quasi per liberare nella fase finale della lotta e con una certa sorpresa quando vidi emergere la sagoma affusolata mi accorsi che si trattava di una grossa ricciola di oltre 20 chili.
Una cattura inattesa, ma non per questo di minor pregio.